AMMONIOGEN

Descrizione

AMMONIOGEN è una soluzione detergente con spiccate proprietà igienizzanti. Il prodotto, alle dosi consigliate, è inodore, non corrosivo, non tossico e non irritante per la pelle. AMMONIOGEN è facilmente solubile in acqua ed è stabile in ambienti sia acidi che alcalini, anche se l'azione ottimale si ottiene ad un pH vicino a 9.
I settori d'impiego di un prodotto come l'AMMONIOGEN sono numerosi e ciascuno richiede dosaggi e trattamenti diversi. Escludendone le applicazioni medico-sanitarie, che esulano dal nostro settore (anche se questo principio attivo è largamente utilizzato anche in quel settore) e che comunque ne hanno confermato l'estrema validità, si possono esaminare gli altri campi d'impiego:
➢ LATTE, BURRO, FORMAGGI E MARGARINE
Le Zangole vanno lavate accuratamente con un buon detergente, risciacquate e quindi trattate con AMMONIOGEN allo 0,2-0,4% per almeno 15-20 minuti. Le Tele, dopo un normale lavaggio con detergente (TELAX), vanno immerse in una soluzione allo 0,4-0,8% di AMMONIOGEN e risciacquate con acqua pulita prima dell'uso. Le restanti apparecchiature vanno trattate, dopo il lavaggio, con una soluzione di AMMONIOGEN allo 0,5%.
➢ MATTATOI, MACELLERIE
In queste aziende è in genere sufficiente impiegare AMMONIOGEN in concentrazioni allo 0,2-0,4%, effettuando naturalmente un buon risciacquo prima dell'uso delle attrezzature.
➢ BIRRERIE
Tanks di stoccaggio, tini di fermentazione, tubazioni (in metallo, in fibra di vetro, in plastica o in politene). L'AMMONIOGEN può essere usato per la pulizia ed igienizzazione ad una concentrazione dello 0,2-0,4% rimanendo a contatto per circa 10 ore. Prima di riutilizzare gli impianti si raccomanda un buon risciacquo con acqua possibilmente calda, in quanto i quaternari d’ammonio hanno effetto nocivo sulla schiumosità della birra.
Pastorizzatori e pompe. Sono gli impianti più difficili da trattare. Si consiglia un primo passaggio con acqua calda e successivamente fare un trattamento con AMMONIOGEN per almeno un'ora oppure, qualora fosse possibile, far funzionare l'impianto su riciclo per una notte o anche per l'intero week end, dimezzando in questo caso la concentrazione.
➢ ACQUE GASATE E MINERALI
Miscelatori, sala sciroppi, tubazioni. Il trattamento ideale per tutto l'impianto dovrebbe consistere in un accurato lavaggio con acqua calda e successivamente una spruzzatura, o il riempimento delle attrezzature, con una soluzione allo 0,2-0,4% di AMMONIOGEN, che sarà risciacquato solo immediatamente prima della lavorazione successiva.
➢ SCATOLAME E SURGELATI
Le attrezzature varie e di trasporto vanno lavate accuratamente alla fine di ogni giorno o subito dopo ogni grossa contaminazione organica e quindi trattate con una soluzione di AMMONIOGEN allo 0,5-1%. Gli impianti di macinazione (a coltelli, a rulli o a martelli che siano) devono essere prima puliti accuratamente con un buon detergente (HD 39). In seguito si passa sui coltelli con uno straccio imbevuto in una soluzione al 2% di AMMONIOGEN. Si lascia riposare almeno mezz'ora e quindi si asciuga con uno straccio che sia stato a sua volta lavato con la stessa soluzione.

CARATTERISTICHE CHIMICO - FISICHE
Aspetto: liquido verde
Odore: debole
Densità a 20°C: 1,00 kg/l
pH: 7
Compatibilità: compatibile con tensioattivi non ionici, cationici, anfolitici; Incompatibile con i detergenti anionici e con i polifosfati.

Caratteristiche

Stato del composto: Liquido

Odore: Non Odoroso

PH: Alcalino

Base: Sali d'ammonio